"A kiss may ruin a human life"Oscar Wilde

Cosa e? GIOCHI

Cosa e Fortnite?

Cosa e Fortnite?

Fortnite è diventato un successo assoluto in breve tempo. In questo articolo, spiegheremo cosa c'è dietro.

Fortnite è un gioco gratuito del genere Battle Royale. In questo genere, molti giocatori competono online e chiunque sopravvive per ultimo ha vinto.
Il gioco ha un aspetto comico insolito e arriva senza violenza esplicita. Il gruppo target del gioco è quindi relativamente giovane rispetto ad altri tiratori.

Attualmente ci sono Fortnite per Windows, macOS, PS4 e Xbox One e anche per iOS. Una versione Android è in fase di sviluppo e seguirà.

Una partita a Fortnite: Battle Royale inizia con un breve soggiorno nella hall. C'è un'attesa fino a quando un totale di 100 giocatori hanno aderito. Quindi inizia la partita.

Per prima cosa sorvolerai la mappa con un aereo e potrai scegliere dove atterrare. Una volta atterrato, cerca le armi. Quindi i partecipanti cercano di eliminarsi a vicenda.

Nel corso del gioco, la carta è limitata da una tempesta. Quindi è escluso che alla fine solo due giocatori si sbagliano sulla grande mappa e non si ritrovano.

Quanto è pericoloso Fortnite?

Uno staccato di mitragliatrice. Suoni techno poco pesanti. Questi suoni piuttosto insoliti della scuola materna dovrebbero conoscere fin troppo bene la maggior parte dei genitori. Il bambino si siede di nuovo davanti al computer e spara allegramente e con insistenza con decine di contemporanei attraverso un paesaggio dell'isola virtuale.

Ciò provoca mal di testa a molti genitori. Tanto più che molti resoconti dei media gettano una luce piuttosto negativa sul nuovo hobby dei giovani. ProSieben ha parlato nel suo "New Time" di un "massacro selvaggio" che raggiunge i cortili della scuola, il titolo "Star": "Il gioco che tutti i tuoi bambini giocano, dovresti vietare". Quindi c'è qualche motivo per andare nel panico?

La paura dei genitori che i loro figli si stiano perdendo in mondi virtuali, affrontando la violenza lì e infine diventando dipendenti dal computer, non è una novità. Ai tempi di "World of Warcraft", "Counter-Strike" e "Minecraft", madri e padri hanno cercato in tutti i modi di portare i loro figli lontano dalle schermate domestiche. E ancora oggi parlano di nascondigli sempre più fantasiosi per controller o tablet, password creative per il controllo genitori e connessioni Internet bloccate. La sera dei genitori, madri e padri insicuri chiedono: "Può tuo figlio ...?"

I bambini giocano spesso in segreto al telefono o con piacere. Inoltre, è discutibile se "Fortnite" abbia effettivamente un'influenza così negativa sugli adolescenti, come scrive Sax. Perché la rappresentazione della violenza esplicita è minima nel gioco. In stile fumetto, i giocatori rimbalzano su un'isola colorata che assomiglia più a un paesaggio da favola che a un campo di battaglia. Sebbene l'obiettivo di "Fortnite" sia spararsi a vicenda per eliminare gli avversari, è molto irrealistico. Il sangue non scorre. E i nemici colpiti vengono semplicemente teletrasportati.

Crea una base di fiducia

Persino gli educatori dei media dell'iniziativa "Games Guides" del Nord Reno-Westfalia vedono la violenza esistente contro altri giocatori come non esagerata. Anche se "i giovani sensibili potrebbero essere sopraffatti dal gameplay snervante", afferma sul sito web. Una brutalizzazione della violenza preferirebbe non promuovere il gioco. D'altra parte, i potenziali problemi sono i potenziali acquisti in-app. Ciò potrebbe rendere i bambini e gli adolescenti "aprire rapidamente il loro portafoglio", scrivono gli educatori.

L'iniziativa di NRW consiglia ai genitori di immergersi nel mondo dei loro figli e di giocare. Non dovrebbero essere influenzati da una copertura mediatica negativa, ma dovrebbero essere fondamentalmente imparziali con gli interessi ricreativi della loro prole. Il ricercatore Andrew Reid dell'Università di Glasgow Caledonian raccomanda inoltre ai genitori di giocare a "Fortnite" per vedere a cosa sono interessati i bambini, in modo che possano parlare ed essere in sintonia con la lingua dei bambini. "

L'impostazione comune delle regole e una chiara sequenza temporale sono anche un passo nella giusta direzione. Per i bambini di età compresa tra 11 e 13 anni, gli esperti di "Guide dei giochi" forniscono come guida approssimativa 60 minuti al giorno. Inoltre, i genitori dovrebbero assolutamente evitare di usare i giochi per computer come leva educativa. Giochi come "Fortnite" non dovrebbero essere usati come ricompensa o punizione, perché erano involontariamente una priorità assoluta nella vita quotidiana dei bambini.