"Do every act of your life as if it were your last"Marcus Aurelius

chie MUSICISTA

Chi e John Lennon?

Chi e John Lennon?

John Lennon era un musicista, compositore e pacifista inglese della metà del XX secolo. Ha guadagnato una grande reputazione come il fondatore dei Beatles, che continuano ad essere una delle band di maggior successo commerciale nella storia della musica con una stima di oltre un miliardo di dischi venduti. Lennon, tuttavia, era molto più che il semplice fondatore dei Beatles. Mentre la collaborazione di cantautori tra John Lennon e Paul McCartney è stata una delle più prolifiche di tutti i tempi, ha anche creato un mistero sulla sua persona. Questa biografia che segue descrive la vita scandalosa dell '"astuto Beatle".

The Early Years (1940-1957)

John Winston Lennon è nato il 9 ottobre 1940 nella città portuale inglese di Liverpool durante la battaglia della Gran Bretagna. Prende il nome dal nonno paterno e dall'allora primo ministro Winston Churchill, era figlio del commerciante di origine irlandese Alfred Lennon e di sua moglie Julia. Il matrimonio dei genitori fallì perché il padre era raramente a casa ed era considerato perduto per qualche tempo. Il giovane John Lennon dovette scegliere un genitore. Alla fine è rimasto con sua madre, ma è cresciuto con sua sorella Mimi. John ebbe nuovamente contatti con suo padre solo a metà degli anni '60.

Già nell'infanzia, il futuro Beatle era considerato un piantagrane. Mentre frequentava la Quarry Bank High School, aveva più probabilità di vantarsi del suo talento artistico che dei suoi voti. Musicalmente, fu influenzato da sua madre, che lo suonava Elvis Presley, insegnava il banjo e alla fine acquistò la prima chitarra di Lennon.

Nonostante i suoi disastrosi risultati accademici, fu ammesso al "Liverpool College of Art". Ha anche continuato a notare il suo comportamento negativo e non ha completato la sua istruzione. Durante la sua carriera scolastica, tuttavia, conobbe e amò la sua compagna di classe Cynthia Powell, che in seguito sposò nel 1962.

The Quarrymen & The Beatles (1956-1970)

Già all'età di 15 anni, nel 1956, Lennon fondò la band dopo il liceo "The Quarrymen". Un anno dopo, John incontrò Paul McCartney, che si unì al gruppo l'anno seguente. È anche grazie a Paul McCartney che a George Harrison, che a soli 14 anni, è stato permesso di unirsi al gruppo come chitarrista solista, nonostante le riserve di John Lennon. Stuart Sutcliffe e Pete Best hanno completato il quintetto.

Poco dopo, nel 1960, la band suonò - ora si chiamavano concerti regolari "The Beatles" in una discoteca di Amburgo sulla Reeperbahn. Lennon ha prevalso contro le preoccupazioni di sua zia, che ha chiesto la prosecuzione degli studi. Ad Amburgo, Lennon consumava regolarmente anche droghe come Preludin o anfetamine.

Già un anno dopo, la carriera della band decollò e i Beatles tornarono di nuovo ad Amburgo, questa volta come band di supporto di Tony Sheridan, per un altro fidanzamento. Nel frattempo, Stuart Sutcliffe aveva lasciato la band e Pete Best è stato sostituito da Ringo Starr. Attraverso il suo nuovo manager Brian Epstein, la band potrebbe finalmente concludere un contratto discografico con l'etichetta EMI.

Al più tardi con l'uscita dell'album di debutto "Please Please Me" tutto il Regno Unito è caduto per "Beatlemania". La collaborazione tra John Lennon e Paul McCartney ha contribuito a gran parte dei brani, gettando le basi per una delle più prolifiche collaborazioni di cantautori nella storia della musica. John divenne un capofila e attirò l'attenzione con la sua accattivante intelligenza. Fu anche colui che si prese molta responsabilità per l'immagine dei Beatles.

Nel 1963 nacque il figlio di Giovanni, Giuliano. Lennon, tuttavia, prima conquistò la Gran Bretagna e poi nel 1964 gli Stati Uniti e si diresse con i Beatles al culmine dell'isteria dei Beatles. Mentre i Beatles cavalcavano l'ondata di successo, nel frattempo John Lennon era preoccupato per gli effetti negativi della "Beatlemania", gli Stati Uniti. nella canzone del 1965 pubblicata "Help!" Il genio musicale voleva convincere con il contenuto delle sue composizioni, ma allo stesso tempo aveva paura dell'ossessione dei fan. Secondo Freda Kelly, segretaria di lunga data dei Beatles, Lennon è convinta di morire giovane.

Con la droga l'LSD venne in contatto con il leader dei Beatles nel 1966. Da questo periodo arriva anche la famosa citazione: "I Beatles sono ora più popolari di Gesù". Negli Stati Uniti conservatori, la popolazione cristiana ha preso una posizione di rilievo su questa affermazione, che è culminata nel rogo dei record del Beatle, minacce contro John Lennon e le sue scuse.

L'eccentrico artista d'avanguardia Yoko Ono ha anche apportato cambiamenti privati ​​nella vita di Lennon. I due si incontrarono nel 1966 in una galleria di Londra l'uno sull'altro. Da questo incontro nacque una relazione che portò al divorzio del primo matrimonio di Lennon nel 1968 e al successivo matrimonio con Yoko Ono nel 1969. Questa connessione è considerata una delle ragioni successive dei Beatles per la separazione.

L'anno 1967 è stato caratterizzato dall'uso di droghe Lennons. Sono stati pubblicati i titoli "Strawberry Fields Forever", "Lucy in the sky with diamonds" e l'album "Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band". Queste opere sono in netto contrasto con le prime canzoni d'amore e mostrano chiaramente lo sviluppo personale di Lennon. È stata seguita da altre produzioni, di cui vale la pena menzionare in particolare il "White Album" e "Abbey Road". L'interesse di John Lennon si spostò già durante questo periodo dai Beatles sempre più a Yoko Ono e alla loro realizzazione.

Dopo aver prevalso sempre più disaccordi tra i membri della band, lasciò tacitamente Lennon nel 1969, i Beatles, che alla fine si sciolsero nel 1970

Carriera solista (1968-1980)

Mentre lavorava ancora con i Beatles nel 1968 e nel 1969, Lennon e Ono registrarono insieme tre album di musica sperimentale. Insieme formarono dal 1969 la "Plastic Ono Band" e pubblicarono "Live Peace in Toronto 1969".

Mentre gli orrori della guerra del Vietnam erano onnipresenti nel 1969, Lennon e Ono decisero di lottare per la pace nel mondo. Hanno approfittato dell'attenzione dei media per il loro matrimonio, hanno trascorso la luna di miele nella suite presidenziale dell'hotel Hilton Amsterdam e hanno organizzato i cosiddetti "pernottamenti per la pace". La coppia ha invitato la stampa ogni giorno per 12 ore nella loro camera d'albergo, mentre si sedevano nel loro letto e filosofavano sulla pace. L'inno di pace "Give Peace a Chance" è stato creato anche con questi bed-in.

Fino al 1970, l'ex Beatle pubblicò i singoli "Cold Turkey" e "Instant Karma!". In "Cold Turkey" Lennon descrive i sintomi di astinenza dell'eroina dopo aver sviluppato una dipendenza.

Nello stesso anno, la coppia ha completato una terapia traumatologica con il dott. Ing. Arthur Janov a Los Angeles. Lo scopo di questa forma di terapia è di elaborare traumi emotivi dell'infanzia. Poco dopo è stato pubblicato l'album emotivo "John Lennon / Plastic Ono Band", che è stato molto apprezzato. In questo lavoro Lennon ha elaborato includendo la sua infanzia nella canzone "Mother" e ha prodotto la canzone stilistica di Bob Dylan "Working Class Hero", una critica delle differenze tra le classi sociali. Ispirato dalle idee politiche rivoluzionarie di Tariq Ali, Lennon pubblicò la canzone "Power to the People" e partecipò a una marcia di protesta contro l'accusa di "rivista OZ" alternativa, la cui pubblicazione doveva essere giudicata fermamente.

Con "Imagine" nel 1971, seguì la prossima uscita dell'album, che fu giudicata in modo più critico. Mentre l'omonima canzone del titolo è ancora un inno al movimento contro la guerra, Lennon attaccò il suo ex compagno Paul McCartney e il suo comportamento durante lo scioglimento dei Beatles con "How Do You Sleep?" Nello stesso anno Lennon e Ono si trasferirono a New York City e pubblicarono a dicembre come punto culminante dell'allora contraccolpo il singolo "Happy Xmas (La guerra è finita)", una canzone di protesta contro la controversa guerra del Vietnam, che divenne un sempreverde di Natale. Insieme al singolo, in una campagna mediatica la coppia ha affittato cartelloni pubblicitari in 12 città in tutto il mondo e pubblicato annunci pubblicitari con il testo: "LA GUERRA È FINITA! Se vuoi - Buon Natale da John e Yoko".

A causa del continuo attivismo di Lennon contro il governo Nixon, questo Lennon ha cercato di espellere entro i prossimi 4 anni. L'ex Beatle ha espresso la sua frustrazione politica per gli eccessi e nell'album "Some Time in New York City", strappato dalla critica, che è stato prodotto insieme al gruppo "Elephant's Memory". Soprattutto il titolo "La donna è il negro del mondo" ha incontrato molta opposizione.

Nel 1973, la coppia si sciolse e John Lennon trascorse i successivi 18 mesi, successivamente intitolato "Lost Weekend" con May Pang. Durante questo periodo, fu pubblicato l'album "Mind Games". Lennon ha fatto notizia durante questo periodo, ma soprattutto attraverso le sue avventure alcoliche con Harry Nilsson.

È stata seguita da alcune collaborazioni con grandi come il già citato Harry Nilsson, così come Ringo Starr, Mick Jagger, David Bowie ed Elton John. Soprattutto la collaborazione con Elton John ha prodotto il singolo "Number Gets You Thru the Night" l'unico successo numero 1 di Lennon. Il singolo faceva parte dell'album prodotto nel 1974 "Walls and Bridges".

L'album di copertina "Rock 'n' Roll" è seguito un anno dopo. Poco dopo, Lennon e Ono si unirono di nuovo, ponendo fine al "Weekend perduto". La versione singola "Stand by Me" ha raggiunto lo stato hit; tuttavia, è rimasta l'ultimo singolo dei prossimi cinque anni.

Il 9 ottobre 1975, Joko Ono diede alla luce il secondo figlio di Lennon, Sean. John si ritirò completamente per cinque anni dall'industria musicale, assunse il ruolo di governante e apparentemente si concentrò interamente sulla sua vita familiare.

Fu solo nell'ottobre del 1980, il padre di famiglia di nuovo con il singolo "(Just Like) Starting Over" attenzione, a cui seguì l'album "Double Fantasy". L'8 dicembre dello stesso anno, John Lennon è stato ucciso dal fan attento e mentalmente disturbato Mark Chapman di fronte all'edificio del Dakota a New York City dove viveva la famiglia. Lennon fu portato all'ospedale di Roosevelt; è morto prima dell'arrivo. Lo stesso pomeriggio, Lennon aveva firmato l'album "Double Fantasy" per il suo successivo assassino.

Post Mortem

Dopo la cremazione, nessun funerale fu tenuto per John Lennon. Joko Ono avrebbe sparso le sue ceneri nel famoso Central Park di New York City, che in seguito ha sostituito il monumento "Strawberry Fields". Mark Chapman si è dichiarato colpevole ed è stato condannato a 20 anni di vita per omicidio.

Nell'anno 1984 fu pubblicato "Milk and Honey", i cui contenuti erano già stati prodotti contemporaneamente a quelli dell'album "Double Fantasy". Seguirono una varietà di altre compilation e compilation.

John Lennon ha ricevuto molte più onorificenze post mortem. Alcuni degni di nota sono u.a. "Album dell'anno" per "Double Fantasy" al 24 ° Grammys, il "BRIT Award per l'eccezionale contributo alla musica", il "Lifetime Achievement Award" al 34 ° Grammys, inclusione nella "Songwriters Hall of Fame" e la registrazione nella "Rock and Roll Hall of Fame" nel 1994.

Parole di chiusura

Questa biografia sostiene di rappresentare senza valore la vita del genio musicale John Lennon. L'immagine risultante è un artista del movimento del '68 che soddisfa i classici stereotipi di manifestare contro l'establishment, difendendo la pace nel mondo e abusando di droghe.

L'ex Beatle, tuttavia, era anche alla ricerca di se stesso e cercava riconoscimento e fama. Ma è anche proprio questa fama che temeva di più. Questi opposti si possono vedere anche altrove nel personaggio di Lennon, acuito dalla sua ipocrita filosofia "Vivi come dico io, non come me".

Nonostante tutte le discrepanze, tuttavia, l '"astuto Beatle" potrebbe immortalarsi nel cuore dei fan con le sue canzoni inconfondibili e il suo costante impegno nel movimento per la pace. Ma sono proprio questi fan che sigillano la profezia che si autoavvera della sua morte prematura.